『四君子』

dicembre 1, 2007

E’ infine terminato il Kotobukikai.
Tutte le maiko e le geiko, nel distretto di Kamishichiken, hanno praticato duramente, per oltre un mese, prima di giungere a questo evento.
Ichimame è stata incantevole nello Shikunshi.
In ogni caso, al quinto giorno, ognuna di loro aveva ricevuto gli onori che meritava.

Se tu potessi scegliere tra tutte le virtù umane, quale vorresti possedere?
Genialità, diligenza, modestia, umiltà o pazienza?
E’ sempre complicato vestirsi di virtù, ma ancor più lo è quando l’equilibrio del paese in cui vivi è gravemente minacciato.
Nell’antica Cina, sotto un cielo oscurato dalla guerra e dalla povertà, l’integrità e la saggezza erano considerati meriti preziosi. Un animo ricco di tali valori era appellato come Kunshi e godeva di un profondo rispetto da parte del popolo.
Shikunshi significava quattro Kunshi. Si elogiavano i quattro volte virtuosi paragonandoli a quattro fiori: l’orchidea, il crisantemo, il bocciolo del prugno e il bambù. I colori dell’orchidea simboleggiavano l’eleganza regale, il crisantemo la forza, il prugno e il bambù manifestavano una mente lucida che poteva superare qualunque avversità.
Molti anni dopo la combinazione di questi profumi divenne il disegno dello Shikunshi che è spesso riprodotto, nell’arte cinese e giapponese, quale uno dei favoriti motivi di buon auspicio.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: