ニュース News dal Giappone 日本

aprile 20, 2008

小之美 ~ Konomi (maiko di Gion Cobu), fotografata da Momoyama al Reitaisai Hono Buyo Festival (aprile 2008) presso lo Heian Shrine, Kyoto.

Boom di maiko grazie a Internet e TV!

Navigare in Internet e guardare la TV possono essere attività banali oppure cose che cambiano la vita, dipende da chi le sta facendo. Per un crescente numero di ragazze internet e TV sono stati determinanti nell’incoraggiarle a diventare maiko, ovvero apprendiste geisha.
Per la prima volta in quarant’anni il numero delle maiko è arrivato a quota 100, grazie al crescente aumento d’interesse verso la cultura tradizionale delle geisha di Kyoto. Le apprendiste sono giunte qui da ogni parte del Giappone, dopo aver visto in TV una sorta di reality sulla vita di una maiko e grazie anche ad alcuni eventi organizzati per promuovere il turismo nell’antica capitale giapponese.


Molte ragazze ne hanno voluto sapere di più dopo aver visitato il sito web della Kyoto Traditional Musical Art Foundation (Ookini Zaidan, おおきに財団 ), il cui scopo è quello di tramandare alle nuove generazioni la musica e la danza tradizionali di Kyoto.

Ayano and Kotono, due nuove maiko di Gion Kobu, fotografate da Momoyama (marzo 2008).

Keiko, che ha 16 anni ed è di Osaka, è diventata la centesima maiko lo scorso 23 marzo quando si è svolta la cerimonia per il suo misedashi, con la quale è entrata ufficialmente in una esclusiva o-chaya (casa da tè) ed è stata introdotta nel mondo delle geiko. “Sono molto felice”, ha detto Keiko. “Sognavo di diventare una maiko fin da quando ne vidi, per caso, una in televisione”.
L’adolescente si è diplomata lo scorso anno alle scuole superiori, e come apprendista geisha studia il linguaggio e il comportamento del kagai, il quartiere del piacere e dell’ intrattenimento.

Ayano, 17 anni da Tokyo, ha celebrato il suo misedashi il 6 marzo, trovando informazioni su come diventare maiko su Internet dopo aver visto il suddetto reality in TV.

Sul proprio sito la Ookini Zaidan fornisce la descrizione del complesso percorso che aspetta un’aspirante geisha. Le maiko vivono e lavorano in uno dei cinque kagai, o hanamachi, che erano un tempo i quartieri del piacere a Kyoto.
I dati più vecchi attualmente consultabili parlano di 76 maiko a Kyoto nel 1965. A partire dal 1975 ce ne furono solo 28, e il dato si stabilizza di nuovo dopo il 1985, oscillando da 50 a 80 maiko. Fino al 1955 sembra che a Kyoto ci fossero più di 100 maiko, precisa Ito Osamu, un funzionario della Ookini Zaidan. Secondo l’associazione culturale l’interesse dei media per il mondo delle maiko è l’unico responsabile del recente aumento di aspiranti geisha.

Il sito della Ookini Zaidan riporta dieci condizioni che un’aspirante maiko deve tenere sempre in mente e che sono requisiti necessari per intraprendere questo mestiere:

  1. Essere una maiko non è un normale lavoro, ma un apprendistato per diventare un’intrattenitrice professionista
  2. L’età di un’aspirante maiko deve essere compresa tra i 15 e i 17 anni (15 è l’età più adatta)
  3. L’altezza deve essere inferiore ai 160 cm
  4. Il peso non deve essere inferiore ai 43 kg
  5. Avere il consenso dei genitori per entrare a far parte di un’okiya
  6. Avere una naturale predisposizione per l’intrattenimento tradizionale giapponese
  7. Apprezzare lo stile di vita giapponese
  8. Possedere una straordinaria pazienza
  9. Non è necessario il pagamento di una retta mensile (per tutte le spese è responsabile l’okiya)
  10. Rispettare il periodo di apprendistato (dai 4 ai 5 anni) per poter diventare maiko

Fonti: Asahi Shimbun e Bea

4 Responses to “ニュース News dal Giappone 日本”

  1. lucy Says:

    che bella notizia! sono davvero felice che le maiko stiano di nuovo aumentando e che questo loro mondo incantato non svanisca del tutto :)

    ciao


  2. …Grazie a Lucy e a tutti i lettori del blog che ha superato le 2000 visite :)

    Un bacio.

  3. manula Says:

    Purtroppo ne l’età ne la lingua mi permettono di accedere a questo mondo e davati a tanta bellezza ed eleganza e tradizione è l’unico motivo di pena del mio cuore.


  4. …Però l’ammirazione della bellezza
    è già in sé fonte di gioia e piacere.

    :)


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: