祇園祭 [Gion Matsuri]

luglio 1, 2008

“Evening Breeze”, fotografia di love_child_kyoto.

祇園祭は、千百年の伝統を有する八坂神社の祭礼です。

古くは、祇園御霊会(ごりょうえ)と呼ばれ、貞観11年(869)に京の都をはじめ日本各地に疫病が流行したとき、「これは祇園牛頭天王の祟りである」と して、平安京の広大な庭園であった神泉苑に、当時の国の数-66ヶ国にちなんで66本の鉾を立て、祇園の神を祭り、さらに神輿をも送って、災厄の除去を 祈ったことにはじまります。

7月1日の吉符入りからほぼ1ヶ月にわたり、東山区八坂神社や中京区や下京区の山鉾町(鉾や山を出す町)などで行う諸行事の総称。日本三大祭の一つ一般 には17日の山鉾巡行とその前日の宵山が有名。本来は祇園御霊会または祇園会と呼ばれ、平安期の貞観11年(869)疫病が流行した時、その退散を祈願し て長さ2丈ほどの矛66本を立てたのが始まりという。
天禄元年(970)以降『毎年の儀』となり、長保元年(999)には雑芸者の無骨が大嘗会の標山に似た作山をつけって行列に加わったのが現代の山の起源 とされる。もとは手で棒でた鉾に台と車がつき、また山も趣向がこらされて、南北朝期からほぼ今のような形態の山鉾になったと見られる。
室町期に入ると祭りの中心は神輿・馬長・田楽などから山鉾に移り、その後も年ごとに増え、15世紀中頃には総数58基に達したが、応仁の乱で中断。乱後 20年を経た明応5年(1496)に再興の機運が生じ、この頃から官祭的性格を脱し、町衆の手で行うようになる。同9年には先祭26基、後祭10基の山鉾 が巡行。安土桃山期から江戸初期にかけて盛大になり、その様子は当時の祇園祭礼図屏風や洛中洛外図屏風などにうかがえる。
また、その頃山鉾町周辺の町町が特定の屋、真鉾の寄町となり、地口米という一種の賦課金を出して山鉾の経費を援助する寄待制度が確立、明治維新まで続いた。
江戸期には宝永・天明の大火による被害もあったがよく復興され、その装飾品もベルギー製毛綴(タペストリー)やペルシャ・トルコ・中国などの緞通、精巧な飾金具など今日みるような豪華なものとなった。
昭和18年、戦争のため山鉾巡行が注しとなるが、戦後同22年に復活、同31年・36年の巡行コース変更(松原通りから御池通りへ)、同41年から先祭 (17日)と後祭(24日)の合同巡行など祭りの形態に大きな変革をみる一方、28年の菊水鉾再建をはじめ綾傘鉾・蟷螂山などが再興され、現在は総数32 基の山鉾が四条通から河原町通り、御池通りへと順行する。山鉾行事は国の重要無形民俗文化財。

淡交社『京都大事典』より

“♪Kon Kon Chikichin Kon Chiki Chin”

Tra le vie di Kyoto, ormai risuona incessantemente la Gion Bayashi, una musica speciale tipica del Gion Matsuri. Prende forma dal dialogo tra il fue (tipico flauto giapponese di bambù), il taiko (tamburo) e il kane (piccolo gong). Il ritmo della Gion Bayashi è indicato con l’espressione kon-chiki-chin, usando le sillabe che imitano il suono del kane.

“♪Kon Kon Chikichin Kon Chiki Chin”

Se provate a canticchiare questa frase, dopo averla ascoltata a lungo, non percepirete altro che Kon chiki chin. Strano, vero? Ma in realtà queste tre parole rappresentano solo il principio di tutte le note.

La nuova maiko di Gion Kobu, Kimichiyo (君千代), ritratta da Momoyama.

Il Gion Matsuri si svolge, ogni anno, a Kyoto dal 1 al 29 luglio ed è, insieme al Kanda Matsuri di Tokyo e al Tenjin Matsuri di Osaka, uno dei tre più importanti festivals (matsuri) del Giappone. L’apoteosi delle celebrazioni è la Junko (la grande parata): il giorno 17, tra le 9 e le 13 del mattino, una parata di 32 carri, detta appunto Yamaboko Junkō (山鉾巡行), attraversa le principali strade della città.

Le origini della festa risalgono all’869 anno in cui, in seguito a una terribile epidemia di peste, l’Imperatore Seiwa inviò un messaggero presso lo Yasaka Shrine, il tempio di Gion (l’odierno Yasaka Jinja, ormai dal 1868), per pregare le divinità affinché il male svanisse. Egli fece piantare, nei giardini imperiali, 66 alabarde rappresentanti le 66 province del paese e ordinò di eseguire, attraverso le vie di Kyoto, una processione dei mikoshi del tempio. L’epidemia infine cessò, per cui tale processione diventò una pratica comune nei momenti nefasti e nel 970 fu sancita come evento annuale che, salvo le interruzioni per le guerre mondiali, si è da allora sempre celebrato.

I 32 elementi che sfilano in parata, e che rappresentano le diverse zone di Kyoto, si dividono in 9 Hoko e 23 Yama. Gli Hoko sono grandi carri, lunghi 4,5 metri e con ruote di 2 metri di diametro: trasportano sulla sommità un’alabarda che ricorda l’origine della festa. Sono alti 25 metri (8 metri fino al tetto più l’alabarda) e pesano circa 12 tonnellate: per essere spostati necessitano di trenta o anche cinquanta uomini (hikiko) che tirano grosse funi e vengono guidati da due ondori che agitano dei ventagli. Vi sono poi anche quattro yanekata che controllano il percorso sul tetto. Ogni Hoko porta dalle quaranta alle cinquanta persone che suonano la musica tipica della festa (Gion Bayashi).

Gli Yama invece hanno sulla sommità degli alberi di pino, pesano 1,2 – 1,6 tonnellate e sono tirati, spinti o portati a spalla da quattordici, ventiquattro persone. Tra gli Yama, tre sono simili agli Hoko per la struttura, ma hanno sempre il pino sulla sommità.

Sia Hoko che Yama sono decorati con meravigliosi arazzi, alcuni di fattura nipponica (Nishijin) altri importati (da Belgio, Francia, Olanda, Cina, Corea, Persia o Turchia nel quattordicesimo e nel quindicesimo secolo).

Il kanzashi di luglio è uno dei miei favoriti: uchiwa (ventagli estivi circolari).

Mamechiho, probabilmente la maiko più famosa di Gion, fotografata durante il festival del 2007, da love_child_kyoto.

Durante questo mese infatti, tra i capelli, le maiko portano un’esposizione di ventagli. Solitamente si tratta appunto del genere uchiwa ma, occasionalmente, optano anche per i ventagli pieghevoli da danza.

Il tema rende onore al Gion Festival, questo importante evento che si tiene, proprio in luglio, nel distretto di Gion e che coinvolge centinaia di geisha esperte nelle arti classiche. I ventagli sono infatti una componente fondamentale della danza giapponese tradizionale. E i fans scelti per il kanzashi di luglio, dalle maiko, variano ogni anno in linea con il festival. Esistono comunque alcuni temi comuni quali le libellule e le linee che simboleggiano l’acqua di una cascata.

La maiko Kotoha, fotografata da hanayaka-japan (luglio 2008).

Altri tipi molto appariscenti, indossati in questo periodo, sono il kanzashi a forma di fuochi d’artificio e il tsuyushiba (gocce di rugiada sull’erba).

Le senior maiko hanno il privilegio di adornarsi con il maestoso stile Katsuyama, dal 10 al 24 luglio.

Kotoha (maiko del distretto di Gion), fotografie dell’artista Masako Kurokawa (estate 2005).

L’afosa, umida e piovosa stagione di Tsuyu continua il suo corso e il 16 luglio sarà il Umi-No-Hi (il Giorno del Mare), una delle mie favorite tra le festività nipponiche nazionali! Il 17 invece tutti andranno ad assistere alla solenne processione del Gion Festival: le strade di Kyoto saranno invase da decine di migliaia di spettatori…

“♪Kon Kon Chikichin Kon Chiki Chin”

Per saperne di più:

Japan Geographic TV

京都祇園祭

京都祇園祭・ボランティアマニュアル

Gion Matsuri

WikipediA

Ja.WikipediA

kyoto-np

Fotografia di fab2can.

4 Responses to “祇園祭 [Gion Matsuri]”

  1. lucy Says:

    devono essere spettacolari i fuochi d’artificio giapponesi!!


  2. […] 17, 2008 …Grazie, al mio amico Michael Chandler per avermi mostrato la bellezza del Gion Matsuri, in questa magica […]

  3. Alice King Says:

    Thanks for the tips. I’ll be sure to need it when I plan my wedding (which will be in August next year!)


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: