Je Suis ღ

Miriam Bendìa
Tra un viaggio e l’altro, vive a Roma.
Si occupa di scrittura per la carta stampata e per il web, editing letterario e ufficio stampa.

Ha scritto un pugno di libri:
Sarò la musa delle tue notti insonni (1996), Edizioni Beta,
L’isola che c’è (2000), Pixel Press/Le Streghe,
Ride il telefonino (2001), Stampa Alternativa,
Editori a perdere (2001), Stampa Alternativa.
Nel Maggio del 2004 ha partecipato all’antologia Teoria e tecnica dell’artista di merda, a cura di Claudio Morici, per la Valter Casini Editore.

Nel 2006 ha pubblicato un romanzo, sotto pseudonimo, attraverso cui ha condotto un’inchiesta giornalistica sui reali meccanismi dell’editoria contemporanea. Svelando solo successivamente il chi, il come e il quando in una serie di interviste televisive.

Il 3 Febbraio 2009 è uscito il romanzo Diario di una maiko, nel catalogo della Casadei Libri Editore.

Tra un libro e l’altro, scrive articoli e recensioni, cura la regia di spettacoli teatrali e cortometraggi, gestisce blog culturali e organizza mostre fotografiche e pittoriche.

Da Marzo a Luglio 2010, ha curato una rubrica radiofonica (In DIRetta da Kyōto), all’interno della trasmissione “La carriola” (in onda su Radio Città Aperta).

Il 14 Novembre 2015 ha diretto la prima edizione del Festival Insieme per la Musica.

A Dicembre 2015, ha completato un interessante progetto di collaborazione con l’antropologa Liza Dalby ossia la traduzione dall’inglese/giapponese all’italiano del libro Little Songs Of The Geisha: Traditional Japanese Ko-uta. Il saggio in Italia ha il titolo di Iroke Cuore di Geisha ed è colorato da suggestive fotografie, ritratti unici del kariūkai. All’interno i testi di 25 kouta in italiano, inglese e giapponese nonché 2 spartiti musicali. Lo trovate qui.

Da Marzo 2016 è Direttrice Editoriale del periodico telematico Just Baked.

A Gennaio 2018, ha fondato Yoga & Oroscopo: un progetto che cura insieme a Melissa Panarello (scrittrice e astrologa), Fiorenza Bartoli aka Arjan Manjeet Kaur (insegnante di Kundalini Yoga) e a Marco Falanga (erborista e fitoterapista).

Come Philippe Daverio, sostiene che la vita con l’arte talvolta migliora l’arte della vita.

Sogna molto, la notte. E ha imparato, al risveglio, a fidarsi delle proprie visioni oniriche.

29 pensieri su “Je Suis ღ

I commenti sono chiusi.