Oni wa soto! Fuku wa uchi!
鬼は外! 福は内!

Fuori gli spiriti maligni, dentro la buona sorte.

Sogno e realtà. Incanto della realtà o realtà dell’incanto?

Nell’Obake (お化け) luce e ombra, ragione e fantasia, si fondono insieme…

Dunque un magico Obake a tutti, amici miei!

Makiko, Yukako, Mameyoshi e Suzuko mascherate per l’occasione; fotografia di Dave Lumenta.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Sogno e realtà. Incanto della realtà o realtà dell’incanto?

Nell’Obake (お化け) luce e ombra, ragione e fantasia, si fondono insieme.

I giapponesi sono soliti festeggiare il Setsubun (l’ultimo giorno dell’inverno, il 3 febbraio) e il Risshun (il primo giorno della primavera, il 4 febbraio) come se fossero la celebrazione per la fine dell’anno e di Halloween nello stesso tempo.

Fortunate le maiko che hanno partecipato alla cerimonia del Mamemaki (lancio dei fagioli).

La maiko Sakiko 紗貴子 di Gion Kobu durante il Mamemaki al tempio Yasaka, fotografata da Onihide.

Leggi il seguito di questo post »

fotografia-di-dave-lumenta_baika-sai-2008_naokazu-maiko-kamishichiken_4

Baika sai 2008: la maiko Naokazu di Kamishichiken, fotografata da Dave Lumenta.

“Il cuore di un uomo è il cuore del Giappone e finché il cuore del Giappone batterà per una geisha, entrambi sopravvivranno”.

Chi è la geisha? Non è una cortigiana e non è una moglie. Soprattutto, non è una prostituta. E’ un’opera d’arte e insieme è un’artista, che vende non il suo corpo ma l’abilità di creare un altro mondo, un mondo dove regna solo il bello, dove erotismo e seduzione sono il risultato di un lungo e difficile percorso.

Sotōri, la giovane protagonista di “Diario di una Maiko” questo lo sa bene. All’età di soli quindici anni, è stata accettata in una okiya di Kyoto. Okiya è come vengono chiamate le boarding house, quasi delle pensioni che addestrano e ospitano le giovani Maiko, le ragazze scelte per apprendere l’antica arte della seduzione. Un’arte che Sotōri riconosce nelle leggiadra e soave Naoko, sensuale e famosa geisha. Per lei, Sotōri abbandonerà tutto, casa, famiglia, amori; per lei diventerà una Maiko, cioè un’apprendista geisha, così da poter rivedere ancora quella splendida creatura, terrena e insieme magica.

diario-di-una-maiko_little-cover

Sotōri persegue l’arte (gei) come vita: se per una geisha il gei è lo scopo ultimo, allora è anche vero che la sua vita deve diventare arte. Levigare la propria esistenza in un’opera d’arte, questo fa Sotōri, questo ci spiega nel suo diario.

L’autrice Miriam Bendìa, che si occupa da anni di editing letterario, stavolta ci guida attraverso le pagine di un diario, e attraverso il cuore della giovane Sotōri, e lo fa con mano sicura, con una scrittura pressoché perfetta, misurata in ogni parola, morbida e levigata proprio come la seta di un kimono.

Miriam Bendìa
Diario di una Maiko
Casadei Libri Editore
Prezzo € 16,00
Pagine: 192 con 36 foto a colori
In libreria.

Cristiana Danila Formetta

o-zashiki [geisha party]

marzo 2, 2009

fotografia-di-dave-lumenta_baika-sai-2008_naokazu-maiko-kamishichiken_5

Fotografia: la maiko Naokazu, ritratta da Dave Lumenta (Baika sai 2008).

Miriam Bendìa vi invita alla mostra “Miyabi no Mai”…

Host: Miriam Bendìa, Lorenzo Casadei, Catiuscia Cedroni e Manuela Ungaro.

Type: Music/Arts – Exhibit

Network: Global

Start Time: 28 March 2009 at 18:00   –  End Time: 03 April 2009 at 20:00

Location: Libreria Odradek

Street: Via dei Banchi Vecchi, 57

Info: odradek@tiscali.it

Description: “Miyabi no Mai”  [la perfezione nella danza]

Mostra fotografica e pittorica di artisti vari: Dave Lumenta, Michael Chandler e Giuseppe De Matthaeis.

dal 28 marzo 2009 – ore 18.00 (inaugurazione) al 3 aprile 2009

La performance è ispirata al romanzo “Diario di una maiko” di Miriam Bendìa (Casadei Libri Editore).

Sabato 28 marzo, dalle 18.00 in poi, cocktail party per l’inaugurazione dell’evento. A seguire un interessante workshop sul trucco tradizionale esibito dalle maiko (apprendiste geisha) di Kyoto, per il ciclo di “Lezioni sull’Arte della Geisha”: la consulente in estetica eubiotica Catiuscia Cedroni riprodurrà il make-up sul volto dell’attrice Manuela Ungaro. Le ospiti presenti, se lo desidereranno, potranno a loro volta sperimentare l’intrigante trucco.

Alle 19.00: reading di Manuela Ungaro che interpreterà alcune tra le più intense pagine del romanzo “Diario di una maiko”.

Ospite d’eccezione, per l’inaugurazione, il pittore Giuseppe De Matthaeis con il suo mistico dipinto dedicato alla misteriosa Yuki Onna.

Per diventare una geisha prima devi essere una maiko. Mai è la danza, ko è la fanciulla. Una maiko persegue l’arte (gei) come vita: se per una geisha il gei è vita, allora è anche vero che la sua vita deve diventare arte. Levigare la propria esistenza in un’opera d’arte, per quanto possa sembrare un’ambizione elevata agli occhi degli stranieri, è l’idea che sottende alla disciplina di una vera geiko. E nulla lei vuole con più convinzione: desidera divenire l’incarnazione vivente dell’Iki.

Miriam Bendìa vi invita a specchiarvi negli occhi di queste intriganti artiste di Kyoto, attraverso le opere d’arte raccolte nella mostra. Un’esperienza quasi surreale in cui respirare l’atmosfera di un tempo estremamente lontano da noi, al limite tra la realtà e la fantasia.

MASA Images No.01

Momoyama

Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: