Shuhi gimu

maggio 30, 2011

Il debutto della maiko Satohina さと雛 dell’okiya Nakazato di Kamishichiken fotografata da Onihide.

Gimu è il dovere (obbligo), shuhi significa segretezza.

Con questa decisa espressione si indica dunque il codice di segretezza delle geisha.

Le geisha infatti devono vivere rispettando sempre, anche quando lasciano la carriera, lo shuhi gimu ossia un codice di segretezza che proibisce loro di rivelare i segreti del karyūkai a coloro che sono estranei a questo mondo.

E’ una delle doti morali che più ammiro nelle farfalle danzanti e lo stesso provano i loro clienti: possono essere certi che le delicate confidenze e tutte le altre parole pronunciate nell’intimità di una teahouse non usciranno mai dalle pareti scorrevoli dell’o-chaya.

Non a caso la raffinata Mineko Tanaka, più nota come Mineko Iwasaki (il cognome della proprietaria dell’okiya che la adottò da bambina), decise di fare causa ad Arthur Golden dopo la pubblicazione del tanto discusso romanzo: agli occhi di tutta Kyōto, ella apparve come una traditrice del mondo fluttuante! Per cercare di cancellare il terribile disonore Mineko ha deciso anche di scrivere un altro libro in cui racconta la sua storia di geisha e la quotidianità nel karyūkai.

Forse anche noi dovremmo adottare la stessa condotta delle maiko e delle geiko quando un amico ci confida un suo prezioso segreto!  

Who’s That Girl?

dicembre 19, 2009

Powered by Onihide.

Che sia una minarai, non è in dubbio…

Leggi il seguito di questo post »

Ichibancha [House Matcha]

luglio 26, 2008

Ho ricevuto due splendidi pacchetti, provenienti dalla mia adorata Kyoto. Del contenuto nel secondo ve ne parlerò in un altro post. Il primo invece custodiva questo prezioso tesoro:

Ho deciso di sperimentare due ricette speciali, cliccate sui dolci per scoprire cosa combinerò…

7 tazze di tè

luglio 11, 2008

Amo il rito del tè.

E ora ho scoperto di apprezzare, infinitamente, il tè giapponese. Ogni volta che ricevo posta da Kyoto, scopro un nuovo inestimabile tesoro…

Provate a gustare le delicate bevande di Hibiki-an, nella deliziosa versione estiva: il significato del loro nome è toccare il cuore di qualcuno.

La prima tazza rinfresca le labbra e la gola,
la seconda eleva lo spirito dalla tristezza,
la terza scende nelle tue viscere e ti fa capire la limitatezza della tua memoria,
la quarta ti fa intravedere la luce e fa evaporare attraverso i pori della pelle tutte le difficoltà della vita,
la quinta rilassa i muscoli e scioglie la pesantezza delle ossa,
la sesta ti eleva dal dolore e ti avvicina agli immortali,
la settima…
Non posso berne più…
Una leggera brezza spira dalla mia pelle…

– Lu Tong –

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: