Annunci

E’ deceduta (a causa di un cancro), alla veneranda età di 90 anni, Nagao Mitsu meglio conosciuta con il nome d’arte di Minako.

Minako-neesan era “l’ultima geisha dello Yoshiwara”, lo storico quartiere del piacere di Edo, la capitale shogunale nipponica oggi nota come Tokyo.

Nagao Mitsu era nata il 18 ottobre del 1919, a Hokkaidō (北海道). Questa è la più settentrionale delle quattro isole principali dell’arcipelago giapponese ed anche la meno sviluppata. Il termine Hokkaidō letteralmente significa via per il mare settentrionale. Mitsu aveva iniziato il suo apprendistato nel distretto di Yoshiwara, all’età di 11 anni, come hangyoku ed era diventata una geisha formalmente riconosciuta all’età di 16.

Leggi il seguito di questo post »

[Fonti: Telegraph.co.uk e The Independent world]

Nasce in Australia, a Melbourne, come Fiona Graham, ma rinasce come geisha nel distretto di Asakusa, a Tokyo.

Se desiderate far arrabbiare la brillante Sayuki dovete semplicemente citare il libro di Arthur Golden, Memorie di una geisha, o il film omonimo di Rob Marshall che ne è stato tratto.

“Io desidero raccontare la verità sul karyūkai. Purtroppo viviamo in un mondo in cui la realtà e la finzione vengono spesso confuse! Quindi, per favore, non paragonatemi a quel libro: sarebbe come paragonare le mele alle arance. Quella storia è solo un grottesco romanzo partorito dalla fantasia di un americano di mezza età…”

L’australiana è molto categorica, e un po’ ostile, nel prendere le distanze dallo scrittore: la scelta del nome però non l’aiuterà in questo obiettivo dato che è molto facile, per un occidentale, confondere Sayuri con Sayuki.

Leggi il seguito di questo post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: